SaluteNutrizione fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione, e quindi raccolgono informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori. Qualunque informazione fornita su questo sito, in particolare, le informazioni nutrizionali NON COSTITUISCONO un consulto medico.

Siamo in estate e come ogni anno si pensa alla tanto attesa e temuta prova costume. Ci guardiamo allo specchio, iniziamo a trovare insopportabile quel rotolino di troppo, localizzato nei punti strategici. Sentiamo di non poterci permettere di indossare l'abito, che, solo un anno fa, ci faceva sentire così belli.

 

La parola "dieta" inizia ad insinuarsi nei nostri pensieri in maniera incalzante e la tentazione di ricorrere a rimedi estremi e stringenti diventa sempre più forte. I sensi di colpa ci attanagliano. La pubblicità, che consiglia pillole, tisane e trattamenti dimagranti "miracolosi", ci bombarda con messaggi illusori e sobillanti, facendo spesso dimenticare l'etimologia della parola "dieta" (dal greco "diaita", ovvero "stile di vita") e il valore di un'alimentazione sana ed equilibrata, da seguire ogni giorno, per la salute e il benessere.

Il consiglio principale è quello di rivolgersi a degli specialisti del settore. Le diete "fai da te" non conducono quasi mai a risultati buoni e duraturi nel tempo: sono spesso troppo ipocaloriche rispetto alla nostra corporatura e stile di vita. Non sono, cioè, su misura per noi. La perdita, anche abbondante, di peso corporeo, che osserviamo sulla bilancia, può corrispondere ad una considerevole riduzione della massa muscolare; la conseguenza di ciò è che spesso si ha un aspetto poco tonico e salutare e si è, comunque, predestinati al recupero dei chili persi, non appena si riprende a mangiare un po' di più.

Di seguito riportiamo dei consigli indispensabili per una sana alimentazione e un corretto stile di vita:

1. Scegliere alimenti sani quando si va a fare la spesa

La dieta inizia proprio da lì. Impedire al cibo ipercalorico di entrare nei nostri frigoriferi e nelle dispense ci risparmia la fatica di resistere alle tentazioni. Evitiamo cibi precotti, conditi e precucinati.

2. Prediligere materie prime di alta qualità

Quando acquistiamo gli alimenti, cerchiamo di scegliere frutta e verdura di stagione. Una buona passata di pomodoro, un olio extra vergine di oliva di alta qualità, un buon ortaggio, magari acquistato dal piccolo produttore, possiede e fornisce il massimo delle sue capacità organolettiche. Non avremo bisogno di aggiungere troppi grassi in cucina per rendere più gustosi i nostri piatti, sarà sufficiente apprezzare gli antichi sapori dei singoli cibi.

3. Bere tanta acqua

Soprattutto in estate il caldo ci fa sudare di più e la disidratazione è sempre in agguato. L'acqua è l'elemento in cui avviene la maggior parte delle reazioni chimiche nel nostro corpo; essa permette, quindi, la realizzazione di quei processi che trasformano ciò che mangiamo in energia utilizzabile nella vita di tutti i giorni. Essere ben idratati permette al metabolismo di funzionare alla massima efficienza possibile, quindi, in sostanza, ci fa bruciare di più le Calorie introdotte con l'alimentazione.

4. Non saltare la colazione

Spesso sentiamo dire che la colazione è il "pasto più importante della giornata". Ebbene sì, è tutto vero. Con il riposo notturno andiamo incontro a un digiuno prolungato, durante il quale consumiamo le riserve di zucchero. Al risveglio abbiamo, quindi, bisogno di fare il pieno di energie per affrontare la giornata, in caso contrario si attiva un meccanismo di compensazione che fa consumare muscolo anziché grasso. Chi salta la colazione fa più fatica a controllare il peso corporeo e a rispettare abitudini alimentari corrette.

5. Consumare 5 pasti al giorno

Una sana alimentazione prevede la distribuzione dell'apporto calorico giornaliero su 5 pasti al giorno: 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena) e 2 leggeri spuntini fuori pasto (metà mattina e metà pomeriggio). Un digiuno prolungato ci fa arrivare affamati al pranzo e alla cena, con conseguente difficoltà nel controllo di quanto e cosa sia opportuno mangiare. Alimentarsi poco e spesso prolunga il senso di sazietà, ci aiuta nella scelta di alimenti sani e ci fa cucinare quantità di cibo adeguate alla nostra corporatura.

6. Prediligere alimenti preparati con cereali integrali

Quasi tutti credono che per dimagrire sia necessario eliminare dalla propria alimentazione i carboidrati. Il pane e la pasta diventano alimenti da demonizzare e dimentichiamo che il glucosio (carboidrato semplice) è la principale fonte di nutrimento per il nostro cervello. Una sana alimentazione, anche se ipocalorica, cioè "dimagrante", deve prevedere un apporto di carboidrati pari a circa il 55-60% delle Calorie assunte quotidianamente con l'alimentazione, con l'accortezza che gli zuccheri in questione siano in prevalenza complessi (amido) e derivanti da cereali integrali. Questi ultimi, infatti, grazie alla maggiore presenza di fibre, possiedono un Indice Glicemico più basso e, quindi, un potere saziante maggiore.

7. Variare il più possibile la scelta degli alimenti

Un'alimentazione sana deve essere varia per assicurare il giusto apporto di tutti i macro e micronutrienti. Scegliamo diversi tipi di carni, pesci, verdure, frutta e non dimentichiamo di inserire i legumi, anche in estate. Questi ultimi, infatti, quando opportunamente associati ai cereali, forniscono tutti gli aminoacidi essenziali presenti negli alimenti proteici di origine animale, con il vantaggio che non appesantiscono la dieta di colesterolo e grassi saturi e contribuiscono alla regolare assunzione di fibre.

8. Mangiare in modo gustoso "nonostante" la dieta

Chi ha detto che una sana alimentazione deve essere insapore? Il sapiente uso di erbe aromatiche e spezie ci può aiutare a cucinare dei piatti succulenti e gustosi senza aggiungere grassi. Cerchiamo di dedicarci alla ricerca di "ricette light" in modo da non rinunciare alla buona cucina. Mangiare deve rimanere un piacere, "nonostante" la dieta.

9. Curare la mise en place

Il senso di appagamento e sazietà si raggiunge anche con gli occhi. Quando ci mettiamo ai fornelli, proviamo a curare la presentazione del piatto, rendiamolo abbondante con l'aggiunta di verdure di stagione e prediligiamo stoviglie di piccole dimensioni. La stessa quantità di pasta, infatti, in un piatto piccolo e fondo avrà un effetto differente rispetto a un ampio piatto piano. L’occhio sarà più soddisfatto e il nostro palato lo seguirà.

10. Evitare le bevande zuccherate e gli alcolici

Thè freddo confezionato, bevande tipo "Cola", succhi di frutta e alcolici ci fanno assumere una considerevole quantità di Calorie senza una piena consapevolezza, contribuendo in maniera significativa all'aumento di grasso corporeo.

11. Fare attività fisica

Il cibo è sicuramente una fonte di piacere, ma non dobbiamo dimenticare che è il nostro carburante; la quantità di alimenti deve, quindi, essere commisurata con lo stile di vita di ognuno. Il nostro corpo non è nato per la sedentarietà: riscoprire il piacere di una camminata all’aria aperta e sentire i nostri muscoli che pian piano diventano più tonici ci porterà ad apprezzare ancor di più la nostra scelta alimentare. Un circolo virtuoso da cui sarà difficile uscire.