SaluteNutrizione fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione, e quindi raccolgono informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori. Qualunque informazione fornita su questo sito, in particolare, le informazioni nutrizionali NON COSTITUISCONO un consulto medico.

Tipico ortaggio autunnale, la zucca si contraddistingue per gli ottimi valori nutrizionali, la ricchezza di fibre, l'apporto di vitamine A e C e una buona dose di beta carotene. Le calorie sono davvero poche (15 Kcal per 100 grammi), contiene un'elevata quantità di acqua, è povera di zuccheri e contiene i grassi "buoni" Omega 3. Grazie al sapore dolciastro, la zucca ha una buona versatilità in cucina. Essa viene spesso utilizzata nella preparazione di risotti, ma anche di marmellate. Qui di seguito la proponiamo in versione "vellutata" in accompagnamento ai fagioli borlotti. Con l'aggiunta del farro, che è un cereale, possiamo ottenere un ottimo e gustoso piatto unico per le nostre cene autunnali e invernali. Nel caso in cui si soffrisse di Morbo celiaco, il farro può essere sostituito dal grano saraceno.

 

 

 

 

 

 

Ingredienti per 2 persone:

- 140 gr farro

- 280 gr fagioli borlotti in scatola (sgocciolati)

- 400 gr zucca

- 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

- 1 cucchiaio di brodo vegetale granulare

- 50 gr pomodori pelati

- scalogno

- rosmarino

- sedano

- sale

- pepe

- peperoncino

- mezzo bicchiere di vino bianco

 

Preparazione:

In abbondante acqua salata cuocere la zucca tagliata a dadini, in presenza di rosmarino e scalogno. Contemporaneamente, in una casseruola di ceramica, mettere a cuocere nel brodo vegetale i fagioli, i pomodori pelati, il sedano e il vino.

A fine cottura scolare la zucca, ridurla a vellutata in un mixer con l'aggiunta di un mestolo di brodo vegetale e aggiungerla al preparato con i fagioli. Amalgamare il tutto, usare di nuovo il mixer sul nuovo composto (non troppo, a me piace che resti qualche "pezzetto" intero) e lasciar andare sul fuoco per altri 10 minuti.

A questo punto possiamo cuocere il farro nella vellutata. Aggiungere un mestolo di acqua bollente di tanto in tanto, facendo attenzione che il composto non si "asciughi" troppo. 

A cottura ultimata, spolverare con pepe e peperoncino, aggiungere l'olio extra vergine di oliva, lasciar riposare per qualche minuto a fuoco spento e impiattare la zuppa ancora ben calda.